SeDiciCascine

In data 22/10/2012 sul sito web del Comune di Milano è stato pubblicato l’ “Avviso per l’attivazione di un’indagine esplorativa finalizzata all’acquisizione di manifestazioni d’interesse contenenti soluzioni tecnico-gestionali per il recupero e la valorizzazione di 16 cascine presenti nel territorio comunale”.

In allegato l’ avviso e le schede sintetiche descrittive:

avviso_pubblico   schede_descrittive

CASCINA BRUSADA o “La Bruciata”

Indirizzo Via Caprilli n. 15
Zona di decentramento n. 7
Epoca XVII sec

Superficie coperta 400 mq
Slp ipotizzabile* 1.300 mq
Superficie di pertinenza** 700 mq
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: far “ri-emergere” la Cascina Brusada dalla situazione in cui versa,  prevedendo una funzione simbolica caratteristica che sfrutti la collocazione urbana ormai compromessa dal punto di vista agricolo. Il recupero potrebbe ipotizzare anche degli spazi per attività di carattere formativo e culturale legate al mondo della filiera territoriale.

CASCINA BRUSADA  CASCINA BRUSADA

CASCINA CAMPAZZINO

Indirizzo Via Campazzino n. 90
Zona di decentramento n. 5
Epoca XVII sec.

Superficie coperta 500 mq
Slp ipotizzabile* 900 mq
Superficie di pertinenza** /
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali:  sviluppare il ruolo della Cascina Campazzino nell’ambito del progetto di  realizzazione del Parco Agricolo del Ticinello. Il progetto di compimento del nuovo parco è orientato a rafforzare il ruolo agricolo dell’area introducendo funzioni didattiche, ricreative, di messa a sistema dei complessi rurali presenti (Cascine Campazzino e Cascina Campazzo) e di apertura al pubblico.

CASCINA CAMPAZZINO CASCINA CAMPAZZINO

CASCINA CARLIONA

Indirizzo Via Boffalora n. 75
Zona di decentramento n. 6
Epoca XV sec.

Superficie coperta 550 mq
Slp ipotizzabile* 750 mq
Superficie di pertinenza** /
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali : sviluppare il ruolo della Cascina Carliona nell’ambito del progetto di realizzazione del Parco delle Risaie, in particolare sfruttandone la collocazione marginale (con accessibilità dalla pubblica via).
Ipotizzare un collegamento funzionale alla rete delle cascine del SudOvest milanese in relazione alle attività di vendita dei prodotti delle aziende agricole e le iniziative culturali e didattiche in chiave Expo 2015.

CASCINA CARLIONA CASCINA CARLIONA

CASCINA CASANOVA

Indirizzo Via Taverna n. 72
Zona di decentramento n. 4
Epoca XVI sec.

Superficie coperta 2.100 mq
Slp ipotizzabile* 1.500 mq
Superficie di pertinenza** /
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali: sviluppare il ruolo della Cascina Casanova nell’ambito del progetto di realizzazione del Parco Forlanini prevedendo funzioni di servizio e di presidio/cura del Parco.Valutare l’esistenza di eventuali sinergie con la vicina Cascina Taverna.

CASCINA CASANOVA CASCINA CASANOVA

CASCINA CASE NUOVE

Indirizzo Via Paravia n. 22
Zona di decentramento n. 7
Epoca XVIII sec.

Superficie coperta 2.100 mq
Slp ipotizzabile* 3.000 mq
Superficie di pertinenza** 2.500 mq
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: sviluppare il ruolo centrale e affettivo della Cascina Case Nuove per il quartiere San Siro. Prevedere funzioni pubbliche per il quartiere e per la città relazionandosi  con la particolare morfologia dell’immobile, con la nuova realizzazione residenziale attigua e con l’alta accessibilità garantita dalla collocazione urbana.

CASCINE CASE NUOVE CASCINA CASE NUOVE

CASCINA COLOMBE'

Indirizzo Via Bonfadini n. 15
Zona di decentramento n. 4
Epoca XVIII sec.

Superficie coperta 500 mq
Slp ipotizzabile* 500 mq
Superficie di pertinenza** /
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: approcciarsi al progetto prevedendo un set di funzioni in grado di trasformare la cascina in un centro polifunzionale, fortemente riconoscibile, che utilizzi l’area di pertinenza protetta per eventi e  piccole manifestazioni di carattere culturale e didattico.

CASCINA COLOMBE' CASCINA COLOMBE'

CASCINA COTICA

Indirizzo Via Natta n. 19
Zona di decentramento n. 8
Epoca XX sec.

Superficie coperta 750 mq
Slp ipotizzabile* 1.500 mq
Superficie di pertinenza** 400 mq
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: approcciarsi al progetto prevedendo un set di funzioni in grado di trasformare la cascina in un centro polifunzionale, fortemente riconoscibile, che utilizzi l’area di pertinenza protetta per eventi e  piccole manifestazioni di carattere culturale e didattico.

CASCINA COTICA CASCINA COTICA

Clicca qui per scaricare il bando

Clicca qui per notizia assegnazione

CASCINA LAMPUGNANO

Indirizzo Via Lampugnano n. 170
Zona di decentramento n. 8
Epoca XX sec

Superficie coperta 720 mq
Slp ipotizzabile* 800 mq
Superficie di pertinenza** 1.700 mq
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: “Aprire” la Cascina Lampugnano al borgo di Trenno valorizzandone la posizione baricentrica. Utilizzare le aree di pertinenza per attività agricole a carattere didattico e sviluppare eventuali sinergie con la Cascina Rizzardi.

CASCINA LAMPUGNANO

CASCINA MONLUE’ (porzione con lavori di messa in sicurezza in corso)

Indirizzo Via Monluè n. 70
Zona di decentramento n.4
Epoca XIII sec.

Superficie coperta 700 mq
Slp ipotizzabile* 1.400 mq
Superficie di pertinenza** 13.176 mq (dato riferito all’intero complesso)
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali:  prevedere delle funzioni compatibili con l’alto valore storico architettonico della Cascina Monlué e coerenti con le attività già in essere negli spazi occupati (Comunità chiesa San Lorenzo, associazioni,  residenze, spazi per eventi e feste concessi in locazione dal Comune di Milano) in modo da delineare un completamento coerente del complesso.

La Cascina Monluè diventerà un luogo polifunzionale che ospiterà attività socio-culturali e strutture di accoglienza e ristoro, in modo da favorire l’aggregazione multiculturale e valorizzare il tessuto sociale e d’impresa esistente sul territorio. Saranno presenti anche laboratori di artigianato, arte e cultura. Una parte del terreno della cascina verrà destinato a orti, alla cura dei quali potranno dedicarsi anche i cittadini del quartiere e gli ospiti della struttura. Tutta la cascina sarà sistemata per accogliere anche famiglie con bambini.

Il grande complesso agricolo-abbaziale di Monluè, situato nell’omonima via al numero 70, in Zona 4, risale al 1200 e venne costruito dall’Ordine degli Umiliati. La cascina si trova vicino al fiume Lambro, dal quale si poteva diramare acqua per la gestione dei campi coltivati. Fino al 1936 il territorio intorno alla cascina fu totalmente agricolo, caratterizzato da una rete di canali e tracciati che rappresentavano la tipica trama agricola del territorio rurale milanese. Nei decenni successivi, gli insediamenti urbani sviluppatosi lungo via Mecenate arrivarono fino al fontanile Certosa, uno dei corsi d’acqua che costituivano il complesso sistema irriguo di Monluè. A partire da questo momento, l’espansione della città avrebbe man mano eroso le aree agricole di pertinenza del complesso di Monluè. Nel 1973, con la realizzazione della tangenziale est, la cascina ha smesso di essere un borgo rurale separato dalla città.

CASCINA MONLUE' CASCINA MONLUE'

Bando Pubblico

Assegnazione cascina

CASCINA MONTEROBBIO

Indirizzo Via San Paolino n. 5
Zona di decentramento n.6
Epoca XVIII sec.

Superficie coperta 2.500 mq
Slp ipotizzabile* 4.000 mq
Superficie di pertinenza** 5.000 mq
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali: sfruttare la grande estensione degli spazi a disposizione (interni ed esterni) e l’ottimo grado di accessibilità per la creazione di un centro polifunzionale nel quale possano trovare collocazione anche le funzioni  residenziali (temporanee e/o protette) e artigianali previste nel testo dell’avviso pubblico.

Bando pubblico 2014

Bando pubblico 2017

CASCINA MONTEROBBIO CASCINA MONTEROBBIO

CASCINA SAN BERNARDO

Indirizzo Via Sant’Arialdo n. 133
Zona di decentramento n. 5
Epoca XX sec.

Superficie coperta 1.130 mq
Slp ipotizzabile* 1.600 mq
Superficie di pertinenza** 2.800 mq
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali: valorizzare il ruolo della Cascina San Bernardo nell’ambito del progetto di realizzazione del Parco della Vettabbia mediante l’inserimento di funzioni di presidio e informazione/servizio (ristoro, punto parco).
Sfruttare positivamente la relazione con il borgo e l’abbazia di Chiaravalle.

La Cascina San Bernardo è stata assegnata alla Società Umanitaria. Il progetto prevede una fattoria e un luogo di formazione culturale, con attenzione all’agricoltura e alla ricettività. Saranno presenti attività per avvicinare i bambini e i ragazzi milanesi, nati e cresciuti nella dimensione cittadina, alla vita agricola. Anche in questo caso sono previsti laboratori artigianali e corsi di formazione. La Società Umanitaria provvederà, inoltre, alla realizzazione e alla gestione del ‘Giardino dei Frutti Antichi’, all’interno del Parco della Vettabbia.

È situata al centro del Parco della Vettabbia, all’interno del Parco Agricolo Sud, in via Sant’Arialdo 133, in Zona 5. La Cascina, costruita nei primi anni del Novecento, attualmente in disuso, è costituita da due edifici uno di fronte all’altro. Originariamente quello a ovest era utilizzato come residenza, quello a est come stalla, fienile e deposito di attrezzature. Alle estremità di quest’ultimo corpo sorgono due torri a pianta quadrata, un tempo adibite ad abitazioni lungo l’edificio residenziale. Verso corte, si trova, sorretto da un porticato, un terrazzo cui si affacciano le finestre delle abitazioni al primo piano.

CASCINA SAN BERNARDO CASCINA SAN BERNARDO

Bando Pubblico

Assegnazione cascina

CASCINA SELLA NUOVA

Indirizzo Via Sella Nuova n. 34
Zona di decentramento n.7
Epoca XVII sec.

Superficie coperta 4.500 mq
Slp ipotizzabile* 6.000 mq
Superficie di pertinenza** 5.000 mq
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: definire un ruolo complessivo di particolare importanza per la Cascina Sella Nuova: l’ampiezza e la flessibilità degli spazi (aree aperte e porticati) la rendono idonea come sede di associazioni e realtà che la aprano al pubblico destinandola a tutte le attività previste nel testo dell’avviso pubblico (residenziali comprese).

CASCINA SELLA NUOVA CASCINA SELLA NUOVA

CASCINA TAVERNA

Indirizzo Viale Forlanini n. 85
Zona di decentramento n. 4
Epoca XVIII sec

Superficie coperta 1.700 mq
Slp ipotizzabile* 1.100 mq
Superficie di pertinenza** 1.800 mq
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali: sviluppare il ruolo della Cascina Taverna nell’ambito del progetto di realizzazione del Parco Forlanini prevedendo funzioni di servizio e di presidio/cura del Parco.Valutare l’esistenza di eventuali sinergie con la vicina Cascina Casanova.

CASCINA TAVERNA CASCINA TAVERNA

CASCINA TORCHIERA

Indirizzo Piazzale Cimitero Maggiore n. 18
Zona di decentramento n. 8
Epoca XVII sec.

Superficie coperta 500 mq
Slp ipotizzabile* 1.200 mq
Superficie di pertinenza** /
Parco Agricolo Sud Milano No

Spunti progettuali: la collocazione urbana della Cascina Torchiera permette di ipotizzare un luogo a sostegno delle attività di promozione culturale, sociale e didattico/educative.

CASCINA TORCHIERA CASCINA TORCHIERA

CASCINA VAIANO VALLE

Indirizzo Via Vaiano Valle n. 45
Zona di decentramento n. 5
Epoca XIX sec.

Superficie coperta 340 mq
Slp ipotizzabile* 600 mq
Superficie di pertinenza** /
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali: sfruttare la localizzazione della Cascina Vaiano Valle come ingresso per il Parco della Vettabbia e ipotizzare, date le aree coltivate da cui è circondata, un recupero orientato alla valorizzazione delle attività agricole in senso lato.

CASCINA VAIANO VALLE CASCINA VAIANO VALLE

CASCINA SANT’AMBROGIO

Indirizzo Via Cavriana, 38
Zona di decentramento n. 4
Epoca XIX sec.

Superficie coperta 763 mq
Slp ipotizzabile* 1.300 mq
Superficie di pertinenza** 10.714 mq – 1 ha (Nota: presente servitù permanente di metanodotto
in sottosuolo – vedi tratto indicativo in colore blu)
Parco Agricolo Sud Milano Si

Spunti progettuali: valutare la presenza delle aree pertinenziali (complessivamente 1 ettaro) per il mantenimento di attività agricola, da sviluppare anche nell’ambito delle indicazioni funzionali previste nel testo dell’avviso pubblico. Implementare l’attività di fruizione culturale e didattica (esposizioni, laboratori, spazi per eventi, ecc.) in cascina.

Con una delibera di Giunta approvata venerdì, la cascina Sant’Ambrogio alla Cavriana nel parco Agricolo Sud è stata concessa in uso gratuito per tre anni dal Comune di Milano all’associazione CasciNet, fondata dalla famiglia affittuaria dell’edificio fin dal 1911 con il coinvolgimento di un’ampia rete di cittadini e di soggetti no profit. L’associazione, che riunisce persone con competenze diversificate (laureati in agraria, scienze alimentari, economia per la cooperazione e lo sviluppo, architettura, operatori dello spettacolo e dell’arte), si farà parte attiva, senza oneri per l’Amministrazione comunale, per realizzare interventi di recupero, salvaguardia e valorizzazione della cascina per finalità socio culturali e di fruizione pubblica, anche in vista di Expo. Un percorso che dovrà essere concordato dalle Soprintendenze e svolto in coerenza con l’ambito del parco Agricolo Sud, in sinergia con le altre realtà agricole della zona e del Dam-Distretto agricolo milanese.

CASCINA SANT'AMBROGIO CASCINA SANT'AMBROGIO

Note alla lettura delle schede

* Il parametro va considerato come riferimento di massima (ottenuto calcolando tutti i volumi presenti nel complesso cascinale di riferimento), le quantità di Slp effettivamente utilizzabili saranno definite, previo espletamento delle procedure di calcolo con gli enti competenti, precedentemente all’avvio delle procedure a evidenza pubblica per l’effettiva assegnazione/concessione degli immobili.
** Il parametro va considerato come riferimento di massima, le esigenze dell’Amministrazione in termini di pianificazione dei servizi e governo del territorio potrebbero modificare l’estensione di tali spazi (se presenti), pertanto la loro definizione puntuale è rimandata alle procedure a evidenza pubblica per l’effettiva assegnazione/concessione degli immobili. Per alcune cascine, in particolare per quelle inserite all’interno di parchi urbani, non viene indicato alcun valore (/) a causa della mancanza di delimitazioni fisiche; in questo caso è facoltà dei soggetti partecipanti ipotizzare, se funzionale al progetto ideato, aree limitrofe a pertinenza della cascina.

Cerca le cascine sulla mappa