Ricerche

 

La dimensione culturale dell’agricoltura è insita nella sua stessa definizione che richiama all’ “arte” di coltivare la terra:

«per essa l’uomo ha stabilito con il regno vegetale (e il suo ambiente) un rapporto particolare, per cui distruggendo certe specie e migliorandone o diffondendone altre, il paesaggio naturale si è venuto trasformando, assumendo caratteri di maggiore uniformità entro una piccola area, e di più accentuata difformità in un’area più estesa, attraverso una serie di azioni che hanno condotto alla formazione del “paesaggio colturale”; […] ai caratteri di essa e ai modi in cui si è venuto esplicando il lavoro agricolo è strettamente congiunta l’organizzazione economica e giuridica, la stratificazione sociale e l’organizzazione politica dei popoli; […]. Pertanto una visione storica d’insieme dell’agricoltura coincide in grandissima parte con una considerazione delle diverse civiltà […]». Lessico Universale Italiano, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma 1968.

La consapevolezza dell’agricoltura come cultura di un popolo, in parte appannata nella seconda metà del secolo scorso, è oggi motore di numerose ricerche e studi a scala nazionale, europea e internazionale.

Sono qui raccolte le principale iniziative scientifiche sul tema.

Progetto Cariplo AgriCultura Bioregione Foodmetres Urban Agriculture Europe
Word Rural Landscapes