Cascina Grande di Chiaravalle

Il Luogo

Cascina Grande di Chiaravalle è immersa nel paesaggio rurale del Parco della Vettabbia. Qui l’agricoltura mantiene un ruolo molto attivo ed è ancora caratterizzata da un’ordinata maglia agricola, filari alberati e canali irrigui che hanno formato il paesaggio nel corso dei secoli. La Vettabbia, importante canale milanese di origine romana, attraversa questi luoghi: dopo aver bagnato i campi intorno alla cascina si immette nel Lambro a Melegnano.

Il Parco della Vettabbia è oggi un luogo importante di fruizione con le sue piste ciclabili che collegano il quartiere di Nosedo all’Abbazia di Chiaravalle: Cascina Grande costituisce uno dei cardini intorno a cui si sviluppa il parco.

La Cascina sorge isolata e circondata su tre lati dal paesaggio agrario: l’ingresso alla corte è preceduto dal giardino la cui vegetazione nasconde alla vista la villa padronale, in stile neoclassico, che domina e caratterizza la corte. Dalla Cascina si accede facilmente nel suo paesaggio agrario attraverso una carrareccia che collega l’antico nucleo rurale ai campi coltivati e alla pista ciclabile del parco che corre lungo la Vettabbia.

Nelle vicinanze di Cascina Grande sorge il depuratore di Nosedo che, nonostante le grandi dimensioni non impatta sul paesaggio della Cascina poiché è circondato da una fitta vegetazione che ne nasconde in parte le strutture.

La Storia

Cascina Grande di Chiaravalle risulta essere, nel Libro de li Prati del Monasterio di Chiaravalle, una grangia dell’Abbazia di Chiaravalle dal 1570. La Cascina compare nelle carte del Catasto Teresiano lungo la strada da Nosedo a Chiaravalle ed è costituita da una corte aperta su tre lati. Tra il 1722 e il 1865 viene ampliata e assume la pianta di cascina a corte chiusa su quattro lati. Nelle carte del Cessato Catasto, di inizio Novecento, Cascina Grande appare ulteriormente ampliata con l’allargamento della corte centrale, avvenuta con la l’edificazione di nuovi fabbricati sul lato nord-ovest al posto di quelli esistenti. Attualmente la Cascina mantiene la conformazione di inizio Novecento, nonostante alcune modifiche dei fabbricati esistenti che però rispettano l’architettura tradizionale del nucleo rurale.

catasti_grandechiaravalle

Bibliografia:

  • Centro Studi PIM, Le Cascine di Milano verso e oltre Expo 2015, Comune di Milano, 2009
  • Libro de li Prati del Monasterio di Chiaravalle, 1578, Archivio di Stato di Milano
Le Attività

Conduttore: la Cascina, di proprietà del Comune di Milano, è condotta dall’Azienda Agricola Cascina Grande di Chiaravalle.

Attività presenti attualmente in cascina: la Cascina è sede di un’azienda agricola e di un maneggio la cui attività è finalizzata alla pratica della disciplina del Dressage. La Cascina organizza campi estivi per bambini per scoprire la vita agricola.

Documenti