Cascina Anna

Il Luogo

Cascina Anna si trova all’estremo meridionale dell’antico borgo rurale di Bruzzano Inferiore, che oggi, insieme a quello che un tempo era Bruzzano Superiore, costituisce il quartiere milanese di Bruzzano, ormai edificato e privo di paesaggio agrario. Pur se in un contesto completamente urbanizzato, la cascina risulta ben distinguibile dall’edificato circostante per le sue dimensioni e per i suoi caratteri architettonici di rilievo, anche grazie alla permanenza di due aree non edificate a nord e a sud del complesso. La Cascina è situata nelle vicinanze del Parco Nord, uno dei grandi parchi urbani della città di Milano.

La Storia

Cascina Anna, costruita per volontà  dei Visconti di Modrone, risulta edificata nel Cessato Catasto del  1902. Il suo impianto, per la simmetria delle parti, la distribuzione degli edifici, la monumentalità dell’edificio centrale, nonché per la cura dei particolari decorativi, denota l’esistenza di  un disegno unitario di un committente illuminato e di un progettista esperto, di cui però ad oggi non è noto il nome, secondo alcuni appartenente alla scuola di Luca Beltrami (Comune Milano, 1986). Ripropone, dal punto di vista tipologico, il modello organizzativo della corte mono-aziendale della Bassa milanese: comprende cinque edifici – costruiti con l’uso di materiali e l’impiego di motivi ornamentali tradizionali – che ospitavano le residenze per il fittavolo e quelle per i contadini, i magazzini, i ricoveri per gli animali e le rimesse per i macchinari. I corpi di fabbrica, su tre piani, si dispongono su corte aperta con affaccio su strada; i fronti principali sono adorni di marcapiani, lesene e sottogronda in cotto; al piano terra è presente un portico ad archi ribassati con sovrastante ballatoio; le aperture hanno riquadrature anch’esse in cotto e la parte centrale del corpo longitudinale con tetto a capanna reca la scritta “Cassina Anna” incorniciata da decorazioni sempre in mattoni.

E’ stata completamente ristrutturata tra il 1989 e il 1990 (Cordani, 2009): mantiene l’impianto originrio, unitamente ai particolari decorativi, mentre lo spazio della corte che accoglieva al centro l’aia per battere i cereali  è stato alterato trasformandolo in un giardino pubblico, dotato di un teatro a gradoni in cemento,  alberi, siepi e panchine e percorsi di accesso in autobloccanti, con impianto di illuminazione. Oggi gli spazi sono utilizzati come sede di attività sociali e culturali a servizio del quartiere di Bruzzano.

catasti_anna

Bibliografia:

  • Assessorato al Demanio, Cascine a Milano, Comune di Milano, 1986
  • Centro Studi PIM, Le Cascine di Milano verso e oltre Expo 2015, Comune di Milano, 2009
  • Cordani R. (a cura di), Le terre delle cascine a Milano e in Lombardia, CELIP, Milano, 2009
Le Attività

Gestore: Comune di Milano

Attività presenti attualmente in cascina: la cascina è sede di servizi comunali, tra i quali la biblioteca rionale di Bruzzano e un centro anziani. Un’ala della cascina è dedicata a funzioni ricreative per bambini e ragazzi.

Documenti