Bando della Regione per l’assegnazione di fondi per la realizzazione di orti

Sono stati approvati venerdì 6 novembre i criteri per l’assegnazione ai comuni, agli istituti scolastici e ai gestori di aree protette dei fondi regionali per la realizzazione di orti didattici, urbani, sociali periurbani e collettivi.

Con la DGR n. 4285 del 6 novembre 2015, sono state approvate le modalità operative per la presentazione di domanda dei contributi previsti dalla legge regionale “Gli orti di Lombardia. Disposizioni in materia di orti didattici, sociali periurbani, urbani e collettivi” (L.R. n. 18/2015).

Chi può presentare i progetti?
Possono accedere al cofinanziamento in oggetto i seguenti soggetti aventi sede in Lombardia:

  • tutti i comuni (per progetti di nuovi orti urbani, sociali periurbani e collettivi);
  • gli istituti scolastici dei seguenti ordini: infanzia, primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado (per progetti di nuovi orti didattici);
  • gli enti gestori di aree protette L.R. n. 86/83 (per nuovi orti urbani, sociali periurbani e collettivi).

Possono beneficiare del cofinanziamento solo orti di nuova realizzazione.
Non possono beneficiare i soggetti che per il medesimo progetto abbiano già usufruito di altre misure di sostegno (per es. le scuole che hanno ottenuto l’orto con il bando d.d.U.O n. 10775/2014 “Avviso pubblico per la selezione di progetti inerenti l’orto didattico negli Istituti scolastici pubblici della Lombardia”).

Come e quando presentare la domanda?
Le domande e la documentazione di corredo potranno essere inoltrate a partire dal giorno 23 novembre 2015 e dovranno pervenire entro e non oltre il 30 novembre 2015.
Il modulo di domanda di accesso al contributo regionale interamente compilato dovrà essere trasmesso obbligatoriamente in formato cartaceo in busta chiusa e indirizzato a Regione Lombardia – Direzione Generale Agricoltura – U.O. Sviluppo, innovazione e promozione delle produzioni e del territorio “Orti di Lombardia” ai protocolli regionali federati.

A quanto ammonta il contributo?
Il contributo regionale copre il 50% del costo complessivo del progetto (IVA e altri oneri inclusi), per un importo massimo di:

  • euro 300,00 per ciascuna particella componente i lotti destinati a orti sociali periurbani e orti urbani, fino a un massimo di 10.000 euro;
  • euro 600,00 per ogni orto, nel caso di orti didattici e orti collettivi, fino a un massimo di 1.800 euro.

Quali sono gli importi ammissibili a contributo?
Sono ammissibili spese di:
A. progettazione;
B. realizzazione recinzioni, acquisto strutture, attrezzature e fattori di produzione;
C. iniziative formative e informative.

Il piano delle spese del progetto dovrà necessariamente prevedere 1/3 delle spese per le tipologie A e C, i restanti 2/3 delle spese per la tipologia di spesa B. Le spese oggetto di rendicontazione dovranno essere sostenute a partire dal 30/11/2015.

Quali sono le modalità di assegnazione del contributo?
Le domande ricevibili, a seguito del controllo tecnico-amministrativo della completezza della domanda e della validità della documentazione presentata, verranno ammesse al finanziamento in base all’ordine d’arrivo fino all’esaurimento della dotazione finanziaria (pari per l’anno 2016 a Euro 150.000,00).
Farà fede la data di protocollazione emessa dai protocolli regionali.

 

Modalità di partecipazione

 

Informazioni
Maria Teresa Besana, tel 02.6765.8021 – maria_teresa_besana@regionelombardia.it
Elsa Brambilla, tel. 02.6765.3007 – elsa_brambilla@regione.lombardia.it

scritto da

Related Posts