Nasce in Comune l’ufficio Orti

Nasce l’ufficio Orti a Milano, con esperti del settore Verde pronti a rispondere al milanese che vuole coltivare ortaggi in città. Il responsabile della nuova iniziativa è un funzionario dal pollice verde, Bortolo Furloni. L’ufficio nasce dall’aumento della domanda dei privati che sempre più vogliono diventare contadini urbani, e dalle difficoltà che questi riscontrano nel richiedere un piccolo appezzamento di terra da coltivare.

“Noi facciamo da facilitatori con gli aspiranti contadini – spiega Furloni – e puntiamo anche a far emergere tutti gli appezzamenti coltivati che sono sommersi”. In città si stimano circa 2500 orti, di vario tipo: ci sono quelli concessi dalle Zone, quelli delle scuole, i Giardini Condivisi e gli orti associativi (vai alla pagina Orti di Agricity per saperne di più), ma anche quelli creati spontanei dove i cittadini coltivano da anni pezzi di terra abbandonata che l’amministrazione punta a far emergere.

L’orto è riconosciuto nel Piano di Governo del Territorio come servizio e stanno per essere approvati i criteri con i quali un privato può convenzionare i propri orti con l’amministrazione, prevedendo una quota a tariffe sociali.

scritto da

Related Posts