Bando per la concessione di 58 orti all’interno del Parco Alessandrini

Potranno presentare richiesta di assegnazione solo i cittadini residenti a Milano che non siano possessori o proprietari di altro orto od area coltivabile nel territorio del Comune di Milano. Per la verifica del rispetto di tale condizione si fa riferimento al nucleo familiare, così come composto ai fini della determinazione dell’ISEE.

Il 90% delle particelle disponibili verrà assegnato a pensionati ed anziani che abbiano compiuto i 60 anni.

Il 5% delle particelle disponibili verrà assegnato ai disabili che abbiano raggiunto la maggiore età con una percentuale di invalidità autocertificata superiore o uguale ai 2/3.

Il 5% delle particelle disponibili verrà assegnato ai disoccupati iscritti ad un Centro per l’Impiego.

Verranno formate tre diverse graduatorie applicando i criteri ed i punteggi stabiliti nel vigente regolamento di zona, per maggiori informazioni sulle categorie soggette all’assegnazione degli orti visita la seguente pagina

La residenza in zona 4 costituirà requisito di priorità, per cui coloro i quali non possiedono tale requisito verranno inserti nelle diverse graduatorie dopo coloro che risultano residenti in zona 4.

• La durata della concessione sarà di 5 anni nel periodo 1 gennaio 2016- 31 dicembre 2020. Per coloro che dovessero ottenere la concessione dopo l’1 gennaio 2016 la data di scadenza resterà fissata al 31 dicembre 2020.

• L’assegnazione sarà personale, pertanto la conduzione non potrà essere affidata a terzi e comunque sarà assegnato un solo orto a nucleo familiare.

• Anche i cittadini attualmente già assegnatari di orti, nel caso siano interessati, dovranno presentare una nuova domanda, corredata da tutti i documenti richiesti.

• L’atto di concessione conterrà prescrizioni in merito alla corretta conduzione dell’orto e prevederà cause di cessazione, decadenza e revoca e, comunque, nella conduzione delle particelle ortive si dovrà attenere alle disposizioni contenute nel regolamento degli orti vigente.

• Ad eccezione della certificazione ISEE, le dichiarazioni dovranno essere rese in forma di autocertificazioni, con l’avvertenza che dichiarazioni non corrispondenti al vero costituiranno reato penale. Anche al fine di verificare la correttezza delle dichiarazioni, prima dell’assegnazione potrà essere richiesta da parte degli uffici del Settore Zona 4 ulteriore documentazione idonea a dimostrare quanto dichiarato nella domanda.

• All’atto della concessione dovrà essere prodotta la ricevuta del versamento della quota annuale pari ad € 1,00 (un euro) per mq. di orto concesso, oltre alla quota forfettaria del consumo di acqua annuale pari a € 15,00 (euro quindici) per il primo anno di affittanza.

• Per gli anni successivi di durata della concessione, tali importi saranno soggetti ad aggiornamento ISTAT, e dovranno essere versati entro il mese di dicembre precedente a quello dell’anno di riferimento.

• Il mancato pagamento del canone comporta la revoca della concessione.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il modulo per la richiesta di assegnazione potrà essere ritirato, a partire dal 14 Settembre 2015 presso l’Ufficio Protocollo del Settore Zona 4, Via Oglio, 18,– 1° Piano – dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 ed il mercoledì dalle ore 14,30 alle ore 15,30.
La domanda, con i relativi allegati, dovrà essere presentata presso l’Ufficio sopra citato utilizzando il modulo completo in ogni sua parte pena l’esclusione dalla graduatoria entro le ore 12,00 del 16 novembre 2015.

Scarica gli allegati per partecipare al Bando: Bando integrale  Allegato A Allegato B Allegato C Domanda di partecipazione

 

scritto da

Related Posts