Cascina Nosedo – un pezzo della storia rurale lombarda restituito alla collettività

La Cascina Nosedo e la chiesetta annessa si trovano all’interno del parco della Vettabbia, una struttura rurale collegata all’Abbazia di Viboldone.  Questa ricopre una certa importanza storica per la città di Milano, com’è testimoniato dalla data 536 incisa su una lapide, oggi visibile al fondo della chiesetta. Durante l’invasione dei goti a Milano nella prima metà del VI secolo, i cristiani, col vescovo san Dazio, trovarono qui rifugio. Tra il 1200 e il 1250 vi si stabilirono alcuni monaci lavorando le terre circostanti e bonificando quelle paludose. Nei secoli successivi il luogo cadde nell’indifferenza e nell’abbandono, col conseguente degrado della struttura e dei beni.

Nella mattina di martedì 7 luglio 2015 la Cascina è stata sgomberata dagli agenti della Polizia locale, accompagnati dagli operatori del Comune e dei servizi sociali, Protezione civile e Polizia di Stato. Negli ultimi decenni la situazione dell’immobile e dei terreni circostanti, di proprietà privata, si era gravemente deteriorata a causa di alcuni episodi di inquinamento, in seguito ai quali i detentori – diventati ufficialmente abusivi nel 2001 – sono stati condannati al risarcimento dei danni in favore del Comune di Milano cui nel frattempo era stata restituita l’area.

L’immobile sarà presidiato 24 ore su 24 dalla Polizia locale e affidato al terzo settore in attesa del bando per destinarlo a progetti di coesione sociale.

Clicca qui per il comunicato del Comune di Milano

scritto da

Related Posts