Consumo di suolo, la Lombardia approva la legge

E’ stata approvata in consiglio regionale della Lombardia la legge sulla riduzione del consumo di suolo che si propone di bloccare il consumo di suolo e preservare il terreno agricolo non autorizzando più varianti.

Il testo approvato introduce delle modifiche rispetto ad alcuni punti precedentemente contestati: “nel computo del “consumo di suolo” ora viene inclusa anche la superficie necessaria alla realizzazione delle infrastrutture come avevano richiesto in un’appello varie associazioni tra cui il WWF e Legambiente Lombardia; “la norma transitoria che consente l’attuazione delle previsioni edificatorie già contenute nei piani di governo del territorio (PGT) viene ridotta da 36 a 30 mesi; i criteri per la definizione della soglia massima di consumo di suolo includono e dovranno tenere conto anche dell’effettivo incremento della popolazione su base Istat; il disincentivo transitorio di carattere finanziario, in vigore fino all’adeguamento dei piani di governo del territorio, prevede come onere a carico dei costruttori l’applicazione di un costo di costruzione pari al 5% dentro il tessuto urbano consolidato, mentre al di fuori del tessuto urbano consolidato la sua quantificazione  viene lasciata alla discrezione dei sindaci entro un minimo del 20% e un massimo del 30%”.

 

Fonti : http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=News&childpagename=Regione%2FDetail&cid=1213702981545&p=1194454760265&packedargs=locale%3D1194453881584&pagename=RGNWrapper

http://www.edilportale.com/news/2014/11/ambiente/consumo-di-suolo-la-lombardia-approva-la-legge_42652_52.html

scritto da