Al progetto di riqualifica di Monluè il premio Legambiente “Sterminata Bellezza”

È stata premiato il progetto promosso dal Comune di Milano per la “Demolizione ecomostro Monluè”, l’ex albergo Mondiali Italia 90,con annessa riqualificazione paesaggistica e ambientale dell’intera. 265 mila metri quadrati di verde sono stati restituiti alla città, con un parco pubblico attrezzato per i bambini, le scuole, le famiglie, nuovi terreni per l’agricoltura e un’ampia fascia di riqualificazione naturalistica lungo il fiume Lambro caratterizzata da percorsi ciclopedonali.

Per il vicesindaco con delega all’Urbanistica, Ada Lucia De Cesaris, «ha vinto la qualità dell’ambiente e del paesaggio, che abbiamo restituito al territorio in un percorso di collaborazione virtuosa pubblico-privato e di condivisione con la Zona, i cittadini, le associazioni. In 150 giorni, il tempo necessario per demolire i 180 mila metri cubi di cemento dell’ecomostro, siamo riusciti a cancellare uno scempio di Milano durato quasi un quarto di secolo, facendo rinascere l’area intorno a tre valori: fruizione pubblica, agricoltura, natura. Voglio dedicare questo premio – ha concluso De Cesaris – ai cittadini, alle associazioni, a Beni Stabili e agli uffici, che hanno lavorato con grande impegno e fatica per il raggiungimento di questo risultato».

Il premio Sterminata Bellezza, concorso ideato da Legambiente in collaborazione con Comieco, Symbola e Consiglio nazionale degli architetti per valorizzare quelle azioni concrete che contribuiscono a preservare e valorizzare la bellezza d’Italia.

Tra gli altri premiati, un’aula polivalente ed ecosostenibile costruita dal Consorzio legno Veneto per la scuola Sant’Ulderico frazione di Schio (VI), una originale campagna “Duorm Carmè!” promossa dal comune di Caiazzo per rilanciare tra i cittadini una corretta raccolta differenziata, la voglia e la scommessa dell’associazione Voci di Scampia per radicare nel quartiere napoletano imprese culturali.

scritto da

Related Posts