Buone pratiche di allevamento e conduzione agronomica.

Sono diffuse da parte della Regione Lombardia  delle note informative in merito alle buone pratiche di allevamento e di conduzione agronomica, al fine di ridurre le fonti di contaminazione che potrebbero trasferirsi nella catena alimentare a causa di scorrette pratiche.
Il rischio riguarda soprattutto i contaminanti PCB  e Diossine, emessi nell’atmosfera per combustione di prodotti contenenti cloro, che si depositano nel suolo ed entrano nella catena alimentare.
L’attuale normativa affida agli allevatori la responsabilità dell’immissione di alimenti sicuri e sani, perciò ognuno è tenuto ad adottare un piano di autocontrollo e monitoraggio delle produzioni.

Si allega dunque l’informativa diffusa dalla Regione al fine di salvaguardare e ricorda che: più è pulito l’ambiente in cui vivono gli animali, più sicuri saranno gli alimenti che  offrono.

Volantino Buone Pratiche

scritto da

Related Posts