Il cibo si può donare online: arriva il food sharing solidale

È online  il primo portale per la condivisione benefica di alimenti. La prima piattaforma italiana per la condivisione di alimenti a scopi umanitari. A lanciare l’idea quattro trentenni siciliani di Caltagirone. Il progetto si ispira al portale tedesco Foodsharing.de con la differenza che in Germania gli alimenti si possono anche acquistare, mentre questa è un’iniziativa senza scopo di lucro.

Come funziona

Il portale può essere usato da cittadini, associazioni, ma anche enti, super e ipermercati, aziende agricole e parrocchie che vogliano donare la propria merce in eccesso. Purché non sia scaduta e abbia la confezione ancora integra e mai aperta. Per donare e richiedere i prodotti occorre registrarsi. Le offerte, che nel gergo del sito si definiscono ‘ceste’, vengono pubblicate online con l’indicazione della località, scadenza, disponibilità e dati di contatto. Chiunque voglia prelevare gli articoli dalle ceste può farlo fissando tempi e modalità di consegna con il donatore, tramite il sistema di messaggistica interna. A patto che entrambi vivano nella stessa città: non sono ammessi scambi a distanza. Appena i prodotti vengono inseriti, appaiono online. Il sistema elimina in automatico gli articoli una volta scaduti.

www.ifoodshare.org

scritto da

Related Posts